Carta d'Identità Elettronica (C.I.E.)

Scopri come richiederla
Un esempio di come è fatta la nuova CIE

 

Informazioni generali

Da luglio 2018 viene rilasciata esclusivamente la Carta di Identità Elettronica (CIE)https://www.cartaidentita.interno.gov.it/ . Le carte d’identità in formato cartaceo rilasciate in precedenza restano valide fino alla loro data di scadenza. Il nuovo documento d'identità ha le dimensioni di una carta di credito e contiene la foto, i dati del cittadino ed elementi di sicurezza per evitarne la contraffazione.  La CIE è dotata di un microprocessore che memorizza le informazioni necessarie alla verifica dell'identità del titolare, compresi elementi biometrici come le impronte digitali, consente l’autenticazione in rete per fruire dei servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni e abilita all’acquisizione di identità digitali sul futuro Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID). Al richiedente viene rilasciato un modulo con il riepilogo dei dati contenente il numero della CIE e la prima parte del PIN e PUK (la seconda parte sarà contenuta nella lettera che verrà spedita dall'Istituto Poligrafico unitamente alla CIE). Si precisa che questo modulo di riepilogo non costituisce un sostitutivo della carta d'identità richiesta.

Chi può richiederla

-Cittadini residenti a Tornolo

-Cittadini non residenti a Tornolo, ma dimoranti temporaneamente a Tornolo previo rilascio del nulla osta del Comune di residenza. I dimoranti temporaneamente a Tornolo dovranno cioè recarsi all'Anagrafe (Via Promenade 1) per far richiedere il nulla osta al proprio Comune di residenza: la CIE potrà essere poi richiesta solo dopo l’arrivo a Tornolo del nulla osta del Comune rilasciante (mediamente uno/due giorni lavorativi);

Chi può richiedere ancora la carta d’identità cartacea

Attualmente la carta d'identità elettronica non può essere rilasciata ai cittadini italiani residenti all'estero iscritti all'Anagrafe Italiana Residenti all'Estero (AIRE), in quanto il rilascio del documento è subordinato all'allineamento dei dati anagrafici nel sistema dell'Indice Nazionale delle Anagrafi (INA/SAIA). Per i cittadini italiani residenti all'estero iscritti all'AIRE, quindi, verrà rilasciata la carta d'identità in formato cartaceo.

Per i soli casi di reale e documentata urgenza (es. viaggio imminente, ricovero ospedaliero, partecipazione a concorsi o gare pubbliche, …) da dimostrare al momento della richiesta con apposita documentazione, il cittadino – previa compilazione di apposito modulo – potrà chiedere il rilascio di una carta d’identità cartacea al posto della CIE. Questa possibilità è da considerarsi assolutamente residuale e il Comune di Tornolo non procederà al rilascio della carta cartacea qualora non ravvisasse concreta urgenza e comunque in assenza di precisa e puntuale documentazione a sostegno della richiesta.

Modalità e tempi di rilascio CIE

Per richiedere il documento è necessario recarsi presso la sede comunale di Via Promenade 1 a Tornolo negli orari di apertura al pubblico degli sportelli. L'operazione allo sportello richiede mediamente 15 minuti. La Carta di Identità Elettronica sarà consegnata dal Poligrafico dello Stato all'indirizzo indicato dal cittadino nell'arco di 6 giorni lavorativi, con lettera raccomandata. Se il cittadino non è presente al momento della consegna si troverà l'avviso della raccomandata nella cassetta della posta e potrà andare alle Poste a ritirare la sua Carta. In caso di mancato recapito è possibile contattare il Ministero dell'Interno al numero verde 800.263.388 o all'indirizzo email cie.cittadini@interno.it Il cittadino potrà richiedere, in alternativa a ricevere la raccomandata al proprio indirizzo, di ricevere la CIE in Comune e ritirarla presso lo stesso ufficio dove la CIE è stata richiesta.

Per qualsiasi informazione è possibile telefonare ai numeri 0525.824501 oppure 0525 826162 nei seguenti orari:

-Lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dalle 07:30 alle 12:30,

-Mercoledì anche dalle 15:00 alle 17:30;

oppure inviare una email all'indirizzo tornolo@comune.tornolo.pr.it

Si ricorda che i tempi e il processo di rilascio delle nuove carte d'identità elettroniche non dipendono dal Comune di Tornolo ma dal nuovo sistema nazionale (Poligrafico e Zecca dello Stato) che presenta una complessità maggiore; ci scusiamo pertanto sin da ora per gli eventuali disagi.

Documentazione da portare in Anagrafe per il rilascio della carta d'identità

-Una fotografia;

La foto, recente, deve essere su sfondo chiaro, con posa frontale, a capo scoperto, ad eccezione dei casi in cui la copertura del capo sia imposta da motivi religiosi, purché il viso sia completamente ben visibile (prescrizioni dettate dal Ministero dell'Interno relativamente alle foto per il passaporto, applicabili anche alla carta di identità). La fotografia può essere consegnata anche in formato digitale su chiavetta USB con le seguenti caratteristiche: definizione immagine: almeno 400 dpi, dimensione del file massimo 500kb, formato del file JPEG. Le caratteristiche della fotografia sono indicate sul sito del Ministero degli Interni;

-Modulo di assenso per il rilascio della carta valida per l'espatrio nel caso di minore accompagnato da un solo genitore;

-Carta di identità scaduta o in scadenza o deteriorata;

-Denuncia di furto o smarrimento della precedente Carta d'Identità resa presso le Autorità competenti, in originale; 

-Tessera Sanitaria/Codice fiscale (Carta Nazionale dei Servizi);

-Permesso di soggiorno o carta di soggiorno, in corso di validità;

-Passaporto o documento di riconoscimento del minore straniero (comunitario e extracomunitario), rilasciato dal paese di origine, da presentare in caso di richiesta della prima carta di identità;

Costo

Il costo per il rilascio della Carta di Identità Elettronica è complessivamente di Euro 22,00.

Il costo per rilascio del duplicato della CIE a seguito di smarrimento avrà invece un costo di 32, 00.

Il versamento, in contanti o tramite POS, deve essere effettuato direttamente all'Anagrafe nel momento della richiesta CIE;

Durata e rinnovo

-3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;

-5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;

-10 anni per i maggiorenni.

Il rinnovo può essere richiesto 6 mesi prima della data di scadenza della carta. Non è previsto il rinnovo a seguito di variazione di dati riguardanti lo stato civile, la residenza o la professione.

Validità per l'espatrio

La CIE vale come documento di identità e di espatrio in tutti i Paesi dell’Unione Europea, è equipollente al passaporto per espatriare nei Paesi dell'Area Schengen. Quando non è valida per l'espatrio sulla carta appare apposita dicitura.

E' sempre rilasciata non valida per l'espatrio per i cittadini stranieri (maggiorenni e minorenni), comunitari e extracomunitari.

Per un elenco aggiornato dei paesi in cui è possibile entrare con la carta d'identità, si consiglia di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it, selezionando il paese di proprio interesse.

Impossibilità di recarsi personalmente all’Anagrafe

Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi personalmente in quanto totalmente non deambulante, un suo delegato (ad esempio un familiare) deve recarsi presso l'Anagrafe centrale con la documentazione attestante l’invalidità. Il delegato dovrà fornire la precedente carta di identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, una sua foto e il luogo dove spedire la CIE. Effettuato il pagamento, concorderà con l’Ufficiale di Anagrafe un appuntamento presso il domicilio del titolare, per il completamento della procedura.

Richiedente minorenne

Se il richiedente è un minorenne deve presentarsi accompagnato da almeno un genitore o dal tutore munito di documento di riconoscimento valido.

Qualora si richieda la CIE valida per l'espatrio è necessario l'assenso di entrambi i genitori che devono recarsi agli sportelli, insieme al minore.

Nel caso non sia possibile per uno dei genitori presentarsi allo sportello, il proprio assenso è dato mediante la compilazione del relativo modulo e allegando fotocopia del proprio documento d'identità in corso di validità. Nel caso di rifiuto all'assenso da parte di un genitore, è necessaria l'autorizzazione del Giudice Tutelare.

Sulla carta di identità dei minori di 14 anni valida per l'espatrio, è possibile riportare il nome dei genitori. Quando sul retro del documento del minore di 14 anni non è riportato il nome dei genitori è necessario, per recarsi all'estero con i genitori, munirsi almeno di un certificato di nascita del minore dal quale risultino i nomi dei genitori.

Se il minore di anni 14 si reca all'estero non accompagnato da almeno un genitore è necessario richiedere in Questura la dichiarazione di accompagnamento (modulo disponibile sul sito della Polizia di Stato).

Smarrimento o sottrazione della carta

E' necessario fare la denuncia presso le autorità di Pubblica Sicurezza (Polizia, Carabinieri, Polizia Ferroviaria, …) ed esibirla in Anagrafe in originale presentandosi con un documento di riconoscimento valido.

Successivamente, contattando il servizio di supporto del Ministero dell’Interno si potrà richiedere l’interdizione del documento.

Se la carta d'identità smarrita o sottratta non è scaduta ed è stata rilasciata dal Comune di Busseto, non sarà necessario avere con sé un documento di riconoscimento valido per avere un'altra carta.

Furto o smarrimento all'estero

E' valida la denuncia fatta presso il Consolato o Ambasciata italiana. Nel caso di denuncia fatta presso altri organi stranieri (es. Polizia) la stessa dovrà essere rifatta in Italia e successivamente consegnata all'Anagrafe centrale.

Distruzione e/o deterioramento

Il richiedente dovrà sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante l'avvenuta distruzione del documento. I cittadini extracomunitari non possono rendere tale dichiarazione e dovranno produrre la denuncia ai sensi dell'art. 3 comma 2 del DPR 445/2000.

Donazione organi

Al momento della richiesta di emissione della Carta di Identità Elettronica le persone maggiorenni residenti nel Comune di Tornolo possono esprimere la propria volontà a donare organi e tessuti sottoscrivendo una dichiarazione che sarà inviata al Sistema Informativo Trapianti (SIT).

 

 

Allegato: